Stai parlando a, o con, il tuo pubblico virtuale? Come la formazione virtuale va oltre il webinar…

Cominciamo col dire che i webinar sono la soluzione ottimale quando si è alla ricerca di un modo semplice e intuitivo per condividere informazioni complesse, dato che la combinazione di audio e video è quasi sempre vincente. Numerosi studi hanno dimostrato che il cervello elabora le informazioni in modo diverso a seconda che l’allievo abbia una propensione per gli stimoli visivi o uditivi – un webinar è un modo efficiente per abbracciare entrambi i canali, garantendo una maggiore conservazione delle informazioni.

Ci sono però anche dei ‘’contro’’. Fatta eccezione per le sessioni di Q&A, il flusso comunicativo è unidirezionale e questa caratteristica limita il potenziale di interazione. Quando si tratta di formazione, spesso “impariamo facendo”. Più siamo coinvolti in un processo – più l’interazione è un dialogo e non un monologo – più siamo in grado di costruire competenze pratiche. È qui che entra in gioco la formazione virtuale.

Qual è la differenza?

In sostanza, i webinar sono progettati per comunicare informazioni, mentre la formazione virtuale è progettata per facilitare l’apprendimento. Ecco le differenze principali:

I Webinar sono ottimi per…

  • Condividere informazioni su una nuova iniziativa, aggiornamenti di un prodotto o di una soluzione, o per annunciare nuove release di prodotto
  • Situazioni in cui il pubblico è lì per ascoltare informazioni specifiche
  • Raggiungere un’ampia base di utenti

La Formazione Virtuale è ottima per…

  • Insegnamento e formazione – dove chi partecipa deve acquisire nuove competenze o aggiornarle
  • Non solo per “spiegare” i contenuti, ma anche per dare agli studenti diverse opportunità per riflettere sugli argomenti trattati, fare pratica, condividere idee e fare domande
  • Situazioni che richiedono un impegno attivo e “dinamico” – un reciproco scambio di idee

Quale dovrei usare?

Sia i Webinar che la Formazione Virtuale sono ottimi strumenti per coinvolgere il pubblico online, ma è meglio utilizzarli per scopi diversi. Per capire quale è meglio utilizzare in quale circostanza bisogna rispondere a queste domande:

  • Qual è l’obiettivo della sessione?
  • A chi è rivolta?
  • Cosa mi aspetto che facciano i partecipanti durante la sessione: che ascoltino o che imparino?

Una volta che avrai ben chiaro qual è il tuo obiettivo, chi è il tuo pubblico e soprattutto cosa vuoi che ottengano dalla sessione, potrai decidere quale canale ti conviene utilizzare. Mentre la maggior parte di noi ha familiarità con i Webinar, la Formazione Virtuale porta le cose ad un livello superiore. È importante capire quali sono le differenze se volete che il vostro pubblico ottenga il massimo da questa esperienza.

Formazione Virtuale – Best Practice

Design Interattivo

  • Le diapositive devono essere di ottima qualità, accattivanti e visivamente attraenti
  • Deve contenere una varietà di attività diverse che promuovano l’apprendimento attivo

Facilitatore preparato

  • Una persona in grado di creare un ambiente che favorisce il dialogo e l’interazione
  • Qualcuno che abbia una forte presenza, sia abile nel gestire l’aula virtuale e abbia grandi capacità paraverbali (utilizzo strategico del tono di voce, volume, ritmo appropriato).

Partecipanti preparati: fissare le aspettative

Imposta le giuste aspettative sui contenuti oltre che sulla tecnologia. Dobbiamo educare i partecipanti su come imparare online, dobbiamo stabilire le aspettative di interazione e fornire loro le competenze necessarie per utilizzare la piattaforma.

Quali sono le sfide?

A meno che non tu non abbia delle capacità soprannaturali, saprai già che è impossibile leggere nella mente dei partecipanti. Un problema più pratico da affrontare è che, in un ambiente virtuale, non è facile leggere il linguaggio del corpo. È quindi fondamentale comprendere come le piattaforme di formazione virtuali permettono di misurare e incoraggiare l’impegno e la comprensione di chi vi sta seguendo.

La maggior parte delle piattaforme avranno delle opzioni di stato con icone che rappresentano l’accordo/disaccordo, il pollice in su/giù, gli applausi o la mano alzata per chiedere di intervenire. Assicurati che i partecipanti ne siano a conoscenza e possano usarli a loro piacimento. È essenziale che il trainer conosca il funzionamento di questi pulsanti, in modo che possano diventare una parte naturale nella gestione della sessione.

Fare pratica per la classe virtuale è come fare pratica per un intervento in pubblico: ripercorri il flusso della formazione esattamente come faresti per un’aula in presenza. Potresti non essere abituato a parlare al tuo schermo e chiedere a dei partecipanti, con cui non puoi interagire fisicamente, di condividere commenti o domande, ma è il modo corretto per abituarsi a questa modalità.

Conosci il tuo pubblico

Le tecniche e le aspettative di comunicazione variano notevolmente tra le diverse culture. Ciò vale sia per il tono della comunicazione (quanto dovrebbe essere formale, quando è opportuno usare un tono più leggero) che per il livello di interattività (alcuni studenti sono più o meno loquaci, alcuni sono più disposti a fare domande, altri meno).

Come per tutti i grandi cambiamenti, la chiave è l’adattabilità. Per quanto una piattaforma di Formazione Virtuale (o anche un buon Webinar) possa essere funzionale e in grado di raggiungere o coinvolgere efficacemente un vasto pubblico, è comunque solo un mezzo. Ricorda sempre che la formazione o la comunicazione sono qualcosa di più del modo con cui vengono erogate – riguardano maggiormente contenuti e scenari ritenuti convincenti e rilevanti.

Mettiti nei panni del tuo pubblico – cosa ti interessa?

Cosa ti farà riflettere? Cosa ti terrà impegnato? La tua formazione può essere virtuale, ma il tuo pubblico è reale – dai loro quello di cui hanno bisogno.

Scopri di più sulle soluzioni formative di Mercuri International, scopri il nostro Digital Learning Center.

Per saperne di più contattaci

ALCUNI SUGGERIMENTI PER UNA SESSIONE VIRTUALE DI SUCCESSO

SEI PRONTO PER LA FORMAZIONE VIRTUALE?

Segui i nostri consigli per una Formazione Virtuale coinvolgente, efficace e produttiva. Scarica il Tip Sheet.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano la Google Privacy Policy e Termini di Servizio.