Sostenibilità

Rapporto di Sostenibilità

Mercuri International consente di raggiungere l’eccellenza nelle vendite trasformando la vostra organizzazione e consentendo alle vostre risorse di raggiungere il loro pieno potenziale. Forniamo prestazioni di vendita a livello globale e locale grazie a competenze e soluzioni personalizzate. Grazie al connubio tra consulenza e formazione, siamo in grado di aiutare più di 2.000 clienti in oltre 50 paesi nel mondo, gestendo ogni anno più di 12.000 workshop realizzati in ben 30 lingue. Tutto questo per aiutarvi a diventare più efficienti ed efficaci nelle vostre attività di vendita e ottenere miglioramenti rilevanti nelle vostre performance di vendita.

L’azionista di maggioranza di Mercuri International è Bure Equity AB, società quotata al Nasdaq Stockholm Stock Exchange.

Le politiche e le strutture per la rendicontazione della sostenibilità sono state sviluppate dal Consiglio di Amministrazione di Mercuri International Group e dai nostri proprietari.

In Mercuri siamo convinti che la creazione di valore dipenda da un modo sostenibile di condurre gli affari. L’obiettivo di Mercuri è quello di rafforzare lo sviluppo sostenibile delle attività, fare previsioni di vendita accurate, in modo che queste vengano mantenute nel tempo. Tutto ciò crea un senso di consapevolezza all’interno del Gruppo e delle parti interessate. Le nostre attività di sostenibilità saranno regolarmente comunicate al Consiglio di amministrazione di Mercuri.

La sostenibilità è un’area in continuo sviluppo e i risultati sono resi noti all’esterno annualmente. L’area di priorità può cambiare di anno in anno. Per Mercuri l’obiettivo del 2018/2019 è quello di sviluppare un’analisi specifica per dare maggiore priorità alle aree di sostenibilità, stabilendo degli obiettivi definiti che vengono monitorati periodicamente. Il CFO del Gruppo è responsabile del coordinamento della sostenibilità all’interno di Mercuri e il lavoro sarà condotto in stretta collaborazione con le unità locali, dove la direzione locale è responsabile dell’implementazione e del follow-up quotidiano in ogni unità.

I dieci principi del ‘’Global Compact’’ delle Nazioni Unite sono alla base del concetto di sostenibilità di Mercuri. Ciò significa che Mercuri opera in modo tale da soddisfare a pieno le responsabilità fondamentali legate ai settori dei diritti umani, del lavoro, dell’ambiente e della lotta alla corruzione.

Diritti Umani

Principio 1: le imprese devono sostenere e rispettare la protezione dei diritti umani proclamati a livello internazionale;

Principio 2: assicurarsi di non essere complici di eventuali abusi dei diritti umani.

Lavoro

Principio 3: le imprese dovrebbero sostenere la libertà di associazione e l’effettivo riconoscimento del diritto alla contrattazione collettiva;

Principio 4: eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio;

Principio 5: effettiva abolizione del lavoro minorile;

Principio 6: eliminazione della discriminazione in materia di impiego e professione.

L’ambiente

Principio 7: le imprese dovrebbero sostenere un approccio precauzionale verso le sfide ambientali;

Principio 8: intraprendere iniziative per promuovere una maggiore responsabilità ambientale;

Principio 9: incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie rispettose dell’ambiente.

Anti-Corruzione

Principio 10: Le aziende devono lavorare contro la corruzione in tutte le sue forme, comprese l’estorsione e l’abuso d’ufficio.

POLITICHE E LINEE GUIDA

Nel corso del 2018, Mercuri ha rivisto le politiche che sono state individuate come importanti per la rendicontazione della sostenibilità. Tali politiche sono state approvate dal Consiglio di Amministrazione. Le politiche sono: il codice di condotta, la politica degli whistleblower, la politica ambientale e la politica per la diversità e le pari opportunità.

Nel corso del 2018, Mercuri ha rivisto le politiche che sono state individuate come importanti per la rendicontazione della sostenibilità. Tali politiche sono state approvate dal Consiglio di Amministrazione. Le politiche sono: il codice di condotta, la politica degli whistleblower, la politica ambientale e la politica per la diversità e le pari opportunità.

Le politiche sono il quadro di riferimento per il modo in cui Mercuri deve agire sul mercato in qualità di azienda responsabile, datore di lavoro e fornitore. Tutti i dipendenti e gli altri rappresentanti di Mercuri hanno la responsabilità di conoscere e applicare queste politiche nel relativo contesto. I quadri e le politiche interne vengono rivisti annualmente e modificati ogniqualvolta necessario.

Per i dipendenti e i liberi professionisti Mercuri il codice di condotta è un quadro di riferimento importante di cui tengono conto prima di agire con tutti i contatti esterni ed interni. Secondo l’indagine del 2018, il 91% degli amministratori delegati dichiara che questa politica fa parte del lavoro di gestione.

La politica degli whistleblower è quella di fornire ai dipendenti Mercuri un quadro di riferimento per la segnalazione di comportamenti scorretti e incidenti gravi relativi all’azienda senza timore di rappresaglie. I dipendenti dell’azienda e i collaboratori esterni devono avere la certezza che le segnalazioni effettuate ai sensi della politica di denuncia siano prese sul serio e gestite in modo professionale e confidenziale. L’indagine del 2018 mostra che l’82% degli MD fanno molto riferimento alla politica degli whistleblower nel loro lavoro.

La politica ambientale comprende il quadro che tutti i rappresentanti Mercuri dovrebbero considerare per quanto riguarda gli aspetti ambientali in tutte le parti della nostra attività. Secondo l’indagine del 2018, il 100% degli MD dichiara che questa politica fa parte del lavoro di gestione.

La politica per la diversità e le pari opportunità descrive come Mercuri, in qualità di datore di lavoro, deve agire per offrire pari opportunità nella selezione, assunzione, promozione, trasferimento e retribuzione a tutti i candidati e dipendenti qualificati, indipendentemente da razza, colore, religione, origine nazionale, orientamento sessuale, età, sesso, gravidanza, stato civile, disabilità o qualsiasi altro status tutelato dalla legge. Secondo l’indagine del 2018, il 100% dei MD dichiara che questa politica fa parte del lavoro di gestione.

PARTI INTERESSATE

I nostri clienti, i dipendenti, il consiglio di amministrazione e i nostri proprietari sono le principali parti interessate di Mercuri International. Le aree prioritarie del lavoro di sostenibilità sono influenzate dalle principali parti interessate.

AREE PRIORITARIE PER LA SOSTENIBILITÀ

Diritti Umani

Mercuri sostiene i principi del ‘’Global Compact’’ delle Nazioni Unite. La maggior parte dell’operazione si svolge in Europa e Mercuri rispetta la legislazione su tutti i mercati presenti. I diritti umani si riflettono anche in altri temi del nostro reporting di sostenibilità.

Nel corso del 2018, è stata condotta un’indagine tra il management delle filiali Mercuri, dove gli MD hanno risposto alle domande su eventuali problemi relativi ai principi del ‘’Global Compact 10’’ delle Nazioni Unite nel corso del 2018. A ciò farà seguito un’indagine analoga nel corso del 2019 per misurare lo sviluppo.

Diversità e pari opportunità

Essendo un’azienda con attività internazionali in molti paesi in varie parti del mondo, Mercuri è esposta alle differenze culturali nel rapporto con i clienti e con i dipendenti. Mercuri crede nell’avere un’organizzazione con molte diversità, perché è motivante, ispiratore e aggiunge opportunità di business. Il codice di condotta Mercuri definisce che il gruppo deve essere un luogo di lavoro aperto a tutti gli individui, e la cultura aziendale offre pari opportunità per tutti, libero da molestie e intimidazioni. Un’organizzazione troppo omogenea può limitare la prospettiva e le opportunità e di conseguenza i rischi possono essere supervisionati.

Non è stata segnalata alcuna violazione della nostra politica per la diversità e le pari opportunità.

Nel dicembre 2018 l’11% del management e il 46% del personale medio erano donne. Il rapporto per area geografica è riportato nella nota 6 del Bilancio 2018.

Attrarre e trattenere i dipendenti

Essendo un’azienda di persone che fornisce servizi come attività principale, il futuro di Mercuri dipende dall’attrarre e trattenere persone con le giuste conoscenze e competenze. Mercuri ha un solido processo per l’assunzione di nuovo personale e per valutare la necessità di sviluppo delle competenze attraverso incontri individuali su base regolare.

La demografia dei dipendenti è un rischio futuro che è già stato affrontato. Con l’invecchiamento del personale, Mercuri si troverà ad affrontare, nei prossimi anni, una situazione in cui un numero potenzialmente elevato di dipendenti andrà verso il pensionamento. Un’area chiave è quella di attivarsi già ora, impiegando, formando e sviluppando il personale per compensare il personale in uscita. Il mantenimento del personale è un’altra area di rischio. Tra le giovani generazioni si registra la tendenza a rimanere in azienda per un periodo più breve rispetto alle generazioni più anziane. Mercuri sta lavorando intensamente per abbreviare il periodo di introduzione, concentrandosi sul tempo necessario per diventare un consulente qualificato con un solido background per i clienti.

I nostri dipendenti sono anche molto attraenti sul mercato sia per i concorrenti che per i clienti, e c’è il rischio che i dipendenti partano per sfide esterne. La chiave per il successo futuro di Mercuri è confidare nella figura di un datore di lavoro che sa come implementare misure motivazionali individuali, come lo sviluppo e piani di incentivazione attraenti.

Ecco alcuni esempi di iniziative realizzate in alcune delle nostre unità; eventi di team building, attività sportive congiunte, workshop, orari di lavoro flessibili, job sharing, sviluppo personale, e nel corso del 2018 abbiamo anche condotto un’indagine sulla soddisfazione dei dipendenti che sarà seguita nel corso del 2019. Inoltre, Mercuri sta lavorando attivamente all’ammodernamento della piattaforma di comunicazione interna per soddisfare le aspettative e le richieste future del personale e per sostenere il futuro modo di collaborazione e di lavorare.

Le attività future previste includono newsletter, piani di successione per i dipendenti prossimi al pensionamento, formazione interna e condivisione delle conoscenze.

Per misurare lo stato sociale, teniamo traccia del numero di giorni in cui i dipendenti sono in congedo per malattia ogni anno. Nel 2018 Mercuri ha registrato una media di 5,7 giorni di malattia per dipendente.

L’ambiente

L’attività di Mercuri non ha un forte impatto diretto sull’ambiente, come la produzione industriale. Incoraggiamo a ridurre al minimo i viaggi in aereo e incoraggiamo le riunioni sul posto rispetto a quelle a distanza. Tutti i viaggi devono essere attentamente pianificati e la necessità dell’incontro fisico deve essere valutata rispetto a una riunione virtuale, più efficiente in termini di tempo e più rispettosa dell’ambiente. Un’unità sta utilizzando il car-sharing e diverse unità hanno proclamato attivamente il trasporto pubblico. Una seconda area che ha un impatto diretto sull’ambiente è l’uso di forniture per ufficio, dove Mercuri sta lavorando attivamente per trovare e implementare alternative digitali.

Le riunioni telefoniche e virtuali sono preferibili alle riunioni faccia a faccia che richiedono un viaggio, quando non è necessario. Nel corso del 2018 abbiamo assistito ad un rapido aumento dell’uso di strumenti digitali e piattaforme di cooperazione a supporto delle riunioni virtuali. Tali incontri comprendono sia incontri interni che esterni, nonché incontri con i clienti e sessioni di formazione.

Nel corso del 2018 viene messo a disposizione dei clienti più materiale formativo in formato digitale piuttosto che fisico. Anche internamente le stampe sono diminuite. Per il 2019 Mercuri ridurrà ulteriormente l’uso della carta da ufficio e ridurrà al minimo i viaggi aerei. Nel corso del 2019 Mercuri ha creato e lanciato un Centro di Digital Learning a Milano, in Italia. Il DLC supporterà l’organizzazione globale con soluzioni di apprendimento digitale personalizzate, disponibili ovunque, in qualsiasi momento e su più piattaforme.

Etica degli affari e lotta alla corruzione

L’etica degli affari e la lotta alla corruzione è un’area chiave nell’ambito della sostenibilità affinché Mercuri sia un’azienda competitiva oggi e in futuro. Mercuri ha una tolleranza zero nei confronti della corruzione e sostiene un’etica aziendale di alto livello. Riteniamo che queste siano le pietre miliari decisive per il futuro successo dell’azienda. La violazione dell’etica aziendale o delle politiche anticorruzione danneggerebbe gravemente il marchio Mercuri e limiterebbe le nostre possibilità di fare affari in futuro.

Tutti i dipendenti hanno ricevuto il codice di condotta e la politica degli whistleblower e sono tenuti a conoscerli e a rispettarli. Questa politica ha stabilito la possibilità di segnalare in forma anonima la cattiva condotta a un avvocato esterno.

Tutte le indicazioni e le segnalazioni di cattiva condotta del codice di condotta sono trattate con la massima priorità.

Nel corso dell’anno non sono stati segnalati incidenti nell’ambito della politica di denuncia di irregolarità. Non si è verificato alcun reato o corruzione di cui il management è a conoscenza.